Stress non amour

Alla fine mi sono dovuta decidere perché ecco, sì, io ogni tanto me lo scordo che ho superato i trenta e ci sono cose che devo fare per il mio benessere. Tipo farmi vedere da un ginecologo. 

Ecco, ancora non avevo iniziato la ricerca dello speleologo della vagina qui, troppe altre cose a cui pensare, però il mio corpo mi ha detto “oh, va che magari è il caso, non è che ti puoi fare tutti i mesi due cicli di salasso e dare sempre la colpa allo stress”. Eh. No. Non posso. Così mi sono armata di whatsapp e ho cominciato a chiedere a quelle quattro persone in croce che conosco qui, da quale illustre luminare da poter pagare in oro potessi andare a farmi controllare. IL NULLA. 

Non una, dico UNA, ma UNA donna di età compresa tra i 25 e i 35 anni che sapesse dell’esistenza di un ginecologo entro un raggio di 10km da loco buio e desolato dove viviamo. 

1) “Il mio è a Fanculo (80km), ma riceve anche a Sticazzi (60km)”.

2) ” No ma io vado a Putenberger (40km), ma tanto non ci vado quasi mai”.
Finché mi rompo le palle delle manie esterofile che hanno le donne di qui e cerco su internet. E una ginecologa la trovo. A 10 minuti di macchina. Cristo. ESISTE, C’È. Perché dovete andare tutte oltre frontiera per farvi fare un controllo si routine? Al che il primo pensiero è stato non sarà brava. 

No. NESSUNO SAPEVA DELLA SUA ESISTENZA. 

E lei è lì, comoda. E voi vi fate un ora e mezza di viaggio poi 150€ di parcella PERCHÉ? La domanda è retorica, eh.

Però questa al telefono non risponde. Mai. Tre giorni a chiamarla, ma niente. Al che l’amica di una amica di una collega del mio moroso mi da l’alternativa, pure quella vicina, pure quella ignota ai più. Bah.

Chiamo e ha tutto pieno per le prossime tre settimane. Non una, due, TRE. Allora non è così ignota….tento di fare un po’ pena al telefono col segretario (UOMO) per farmi ritagliare un angolino di visibilità magari prima di Pasqua, che sai come, magari sto morendo dissanguata e non lo so. Ma niente. Prendo l’appuntamento TRA UN MESE e somatizzo. Cazzo devo fare. 

Il giorno dopo mi manda un SMS (UN.SMS) l’ignota dottoressa vicina vicina. Si scusa della irreperibilità e mi chiede “ti può andare bene dopodomani?” 

 E dopodomani era oggi. Ed io ero lì in anticipo. E lei era in ritardo. Come nella migliore tradizione dei medici ginecologi. Non importa che siano vagina muniti, glielo insegnano proprio alla facoltà di medicina e chirurgia, “tardare, tardate sempre almeno 10 minuti, così vi smaltite quelle che non sono urgenti che se ne vanno per sfinimento”. 

Trovo però una ragazza della mia età, forse poco più, molto gentile. Le faccio la mia rapida anamnesi e finita quella mi fa la domanda. Quella. HAI FATTO IL TEST? 

No.

MA NEMMENO PER SICUREZZA?

No no. 

Tieni il bicchiere, vai in bagno, lo facciamo adesso”.

 Mi piace la certezza matematica che permane tra due donne, quando si chiede di fare la pipì senza preoccuparsi se scappa o meno. Appurato che il mio NO era una certezza altrettanto matematica, inizia la visita. Solita, odiosa, fastidiosa visita. Cerco di guardare lo schermo della eco, ma non riesco nemmeno a capire dove lei veda le ovaie. Però ha detto che ci sono. Stanche, ma ci sono. Quindi tutto a posto, fondamentalmente mi dissanguo da un mese solare per lo stress e le ovaie stanche. E okkey. Passi avanti.

Mi prescrive una pillola e speriamo insieme che non faccia la fine delle altre tentate in passato. Ma quando le chiedo cosa fare con questa confusa ciclicità del tutto, su come cosa dove calcolare, visto che non ci sto capendo niente, se secondo lei posso considerare questa cosa, magari non normale, ma casuale lei, che non lo sa, perché NON PUÒ SAPERLO, mi guarda e mi dice che sì, in effetti il mio ciclo è DISFUNZIONALE. 

Al che nel mio cervello parte la sigla di Demo Morselli, la scimmietta suona i piatti ed io quasi le scoppio a ridere in faccia. 

Se non è coerenza la mia….eh? 

(Ora devo ricordarmi di disdire l’appuntamento preso con l’altra, uhmmmmmm…….)

Annunci

2 pensieri su “Stress non amour

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...